Sindacalista ucciso, blitz del Cantiere alla Lidl di via Bezzi

Blitz del centro sociale Cantiere davanti alla Lidl di via Bezzi a Milano dopo l’uccisione del sindacalista Adil Belakhdim, travolto da un camion che ha forzato un blocco di manifestanti al magazzino di Biandrate, nel Novarese.

48
Blitz del centro sociale Cantiere davanti alla Lidl di via Bezzi a Milano “perchè siamo solidali e complici con chiunque scioperi contro le logiche – si legge in una nota – del profitto sfrenato che uccidono e non garantiscono i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici.
Adil Belakhdim coordinatore dei Si Cobas di Novara, 37enne, cittadino italiano di origini marocchine, è stato investito da un camion davanti ai cancelli della Lidl di Biandrate, nel Novarese. Adil è stato ucciso durante una manifestazione organizzata dai lavoratori della logistica, da un camion che ha forzato il blocco dei cancelli che lui e altri lavoratori avevano organizzato”.

“Mario Draghi dice “si faccia subito chiarezza – scrivono i militanti del Cantiere – a noi però sembra tutto chiaro. Negli ultimi giorni, si sono susseguiti numerosi episodi di pestaggio di lavoratrici e lavoratori in protesta, davanti alle sedi di lavoro. Quando a morire sul lavoro sono gli ultimi non basta fare chiarezza, serve ridare dignità a chi lavora garantendo tutele sindacali e diritti di base. Serve sanzionare chi sfrutta il lavoro e permette morti, pestaggi e umiliazioni davanti ai cancelli della sua azienda”.
Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.