Anche l’assessore regionale all’Ambiente contrario alla riattivazione di Area C

Raffaele Cattaneo attacca Marco Granelli: "Se vuole riattivare l'Area C per fare cassa o per mettersi una foglia di fico lo dica, ma non adduca motivazioni che non hanno fondamento".

16

Da domani, mercoledì 24 febbraio, verrà riattivata Area C.  “Tutte le misure messe in atto – dichiara l’assessore alla Mobilità di Milano Marco Granelli – hanno l’obiettivo di mantenere sicuro il trasporto pubblico e consentire la scuola in presenza, tenere attive le attività economiche e di lavoro, prevenendo gli affollamenti e i rischi di contagio. Ma in questi giorni siamo chiamati a anche contenere le emissioni inquinanti”. Ma le polemiche non si fermano. Ieri le manifestazioni della Lega in corso Venezia contro la riaccensione di Area C con la motivazione che “spingerà più persone a prendere i mezzi pubblici aumentando il rischio di contagio”. No anche da parte di Fratelli d’Italia. Contrari anche i commercianti di Confcommercio. Ma è contrario anche l’assessore all’Ambiente di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo: “L’assessore Granelli sa bene – dice Cattaneo – che la riattivazione di Area C non avrà alcun effetto sul miglioramento della qualità dell’aria, come lui stesso più volte ha dovuto riconoscere e come hanno dimostrato inequivocabilmente i dati sull’andamento della qualità dell’aria durante il lockdown. Se vuole riattivare l’Area C per fare cassa o per mettersi una foglia di fico lo dica, ma non adduca motivazioni che non hanno fondamento”. “Peraltro, chiedersi cosa fa Regione Lombardia – prosegue l’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia – significa dimostrarsi incompetente o in mala fede. Abbiamo messo in campo 100 milioni di euro di incentivi per sostituire i veicoli più inquinanti, agire sugli impianti di riscaldamento degli edifici pubblici, installare colonnine di ricarica elettrica”. “Si tratta di misure – conclude Raffaele Cattaneo – che si traducono in fatti. Il bando per la sostituzione dei veicoli partirà il 1° marzo. Quello per realizzare infrastrutture per la ricarica elettrica dei veicoli sarà attivo dal mese prossimo. Inoltre, proprio oggi, è stata approvata una delibera che favorisce l’acquisto di autobus a basso impatto ambientale. Tutte misure che guardano al miglioramento della qualità dell’aria e alla sostenibilità ambientale”.

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.