Metropolitana M1, Granelli: riparte il cantiere all’interno dell’hub Cinisello Monza

0
296

“Nei prossimi mesi ripartirà il cantiere all’interno dell’hub della metropolitana della linea M1 Cinisello Monza”. Lo ha annunciato questa mattina l’assessore alla Mobilità e Lavori pubblici del Comune di Milano, Marco Granelli durante il sopralluogo aperto alla stampa per fare il punto sui lavori per il prolungamento della M1 da Sesto a Monza-Bettola a cui ha partecipato anche il sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi.
L’assessore ha sottolineato che nell’area “ci sarà un centro commerciale e l’arrivo anche della M5 che proseguirà poi verso Monza. La spesa totale per il prolungamento è stata di 167 milioni con un contributo di 100 dal governo. Infatti, grazie ai contributi di Regione e governo siamo riusciti a non far pagare ai territori i costi aggiuntivi”. Per quanto riguarda lo stato di avanzamento dei lavori per il prolungamento della M1 a Sesto San Giovanni: “Il cantiere è ripartito, abbiamo firmato l’accordo il 13 gennaio dopo un lavoro durato tutta l’estate e tutto l’autunno. L’impresa ha ripreso in mano il cantiere il 18 gennaio e il 25 sono ripartiti i lavori, lo scavo è già finito, proseguono le sistemazioni. Dopo un annetto di lavori, lì sarà tutto concluso” ha sottolineato l’assessore Granelli entrando nel merito anche del prolungamento della M5: “Stiamo concludendo il progetto definitivo e dopodiché inizieranno tutte le procedure per individuare i costruttori, lo scenario è quello di avere la metropolitana nel 2029” ha concluso Granelli.
“L’appalto è complesso, la realizzazione della stazione insieme ai lavori del centro commerciale ha generato difficoltà che ci hanno portato a ripensare al progetto dall’inizio – ha detto Massimo Recalcati, direttore divisione ingegneria MM -. Stiamo lavorando per sistemare questo accordo a due in tempi abbastanza rapidi”.
In tutti questi anni il comune di Cinisello Balsamo “ha sempre presenziato ai tavoli chiedendo indistintamente una accelerazione – ribadisce il sindaco Giacomo Ghilardi -. L’opera ha subito ritardi, doveva chiudersi nella fase di Expo ma non ci siamo mai persi d’animo presentando istanze e proposte come quella del cambio di nome alla stazione perché trovo assurdo che manchi la dicitura Cinisello ricordando solo un quartiere”. (MiaNews)

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.