Divelta la lapide dedicata a Fausto e Iaio

Per gli uffici tecnici del Comune di Milano si tratterebbe di un atto vandalico. Dall'amministrazione è già partito l’ordine per il rifacimento.

269

E’ stata divelta la targa che ricorda Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci in piazza Durante a Milano nei giardini a loro dedicati nel 2012. Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci, detto Iaio, coetanei diciottenni militanti del Centro Sociale Leoncavallo, furono uccisi da otto colpi di pistola la sera del 18 marzo 1978 in via Mancinelli, poco lontano da piazza Durante. L’agguato fu rivendicato da estremisti di destra. Il 18 marzo 2012, a 34 anni dall’omicidio, alla presenza del sindaco Giuliano Pisapia il Comune ha dedicato al nome delle due vittime i giardini pubblici milanesi di Piazza Durante. Nella targa divelta era scritto “Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci, per sempre ragazzi, la Città di Milano non dimentica il loro sogno di un mondo migliore”. Per gli uffici tecnici del Comune di Milano si tratterebbe di un atto vandalico. Dall’amministrazione è già partito l’ordine per il rifacimento.

Commenti FB
Articolo precedenteFesta illegale a Milano, 6 studenti stranieri multati
Articolo successivoCoppa Italia, 3-1 al Cagliari, Atalanta ai quarti
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.