Brera, 2021 dedicato a Napoleone e Dante

In attesa di poter riaprire, la Pinacoteca presenta il programma per l’anno prossimo. Intanto proseguono le attività online.

174

Dopo Raffaello e Gianni Rodari, Brera si prepara a celebrare nel 2021 i 200 anni dalla morte di Napoleone e il settecentesimo anniversario della scomparsa di Dante Alighieri. È stato presentato infatti oggi 21 dicembre, giorno più corto dell’anno, il programma del 2021. “Da qui in poi ci sarà più luce e andrà meglio – ha detto il direttore della Pinacoteca di Brera, James Bradburne -. Sperando di tornare il prima possibile all’interno del museo, le nostre offerte continueranno online, con un Brera Plus differente ogni mese. La nostra idea è quella di rompere il rapporto museo-cliente che compra semplicemente il biglietto, ma di avere dei soci che con la loro tessera utilizzano i contenuti di Brera tutto l’anno. Come stiamo facendo adesso”. L’anno sarà accompagnato da dialoghi, mostre, concerti, masterclass e spettacoli in streaming. Oltre alle proposte dedicate a Dante Alighieri e a Napoleone a marzo la Pinacoteca ospiterà la mostra “Le fantasie” di Mafai, a giugno la mostra dossier “Musica per Angeli. Bernardo Zenale e la Cantoria di Santa Maria in Brera” mentre a novembre sarà il turno di un nuovo sorprendente dialogo Testa a testa con Picasso. Continua in parallelo il programma di Brera Musica con la tradizione del terzo giovedì del mese online con i giovani musicisti. Ad aprile si terrà un concerto su “La Russia nel XX secolo”, musiche di Prokofiev, SIstakovic, Tavener, a luglio “Napoleone e l’esilio 1”, musiche di Beethoven, Chopin, Stravinski, a settembre “Napoleone e l’esilio 2” musiche di Beethoven e Zemlinski e a dicembre “La petite messe solennelle”, musiche di Rossini. Ricche anche le proposte della Biblioteca Nazionale Braidense che dal 16 dicembre ha riaperto i propri servizi di prestito e consultazione. Tra le mostre che si terranno il prossimo anno “Tempi terribili; libri belli”: la collezione Adler dei libri per bambini sovietici e la mostra “Dante e gli altri. Il viaggio nell’Oltretomba nell’immaginario antico e medievale”. Dalla riapertura del museo fino a marzo, quando dovrebbe essere definito l’accordo con il nuovo concessionario, il direttore ha spiegato che l’ingresso sarà gratuito.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.