Schools for future, Dad con coperte a Palazzo Lombardia [Video]

204

Studenti e genitori milanesi si sono dati appuntamento anche a Milano in occasione del flash mob nazionale “Schools for future” organizzato dal comitato Priorità alla Scuola.
Due ragazzi, tra le altre iniziative, questa mattina hanno continuato a svolgere le loro lezioni in didattica a distanza all’esterno della scuola media di via Quarenghi, zona Bonola. “Siamo qui per sollecitare una effettiva riapertura in sicurezza – spiega Sara Mastronicola del comitato -. Siamo in una Regione complessa. Andava gestita meglio la seconda ondata e lo si poteva fare. Chiediamo test rapidi, tracciamenti, trasporti potenziati, trasparenza, un medico in ogni scuola e la sistemazione del precariato. Non vogliamo nient’altro che quello che tutti i paesi europei stanno già facendo: riconoscere alla scuola il ruolo centrale che le spetta per il futuro e la crescita di questo Paese”. La protesta è nata ispirandosi all’esperienza dei “Fridays for Future”, il movimento globale per l’ambiente della giovane svedese Greta Thunberg. (MiaNews)

Nel video la protesta e le dichiarazioni dei due giovani organizzatori Sveva Pontiroli e Giulio Soetje, entrambi studenti del liceo scientifico Volta.

Commenti FB
Articolo precedenteSPORT MOVIES & TV 2020 – THE WINNERS ARE
Articolo successivoMeteo: tornano pioggia, temporali e vento
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.