A Quarto Oggiaro vandalizzato il murale che omaggiava medici e infermieri

269

Era stato realizzato a luglio per omaggiare l’impegno di medici e infermieri dell’ospedale Sacco impegnati nella prima emergenza Covid. Ora, nel pieno della seconda ondata, il murale realizzato in via Palizzi, a Quarto Oggiaro, con i volti con mascherine degli operatori sanitari, è stato vandalizzato con della vernice bianca a coprire i volti raffigurati. Il murale è opera dell’artista Cosimo Cheone su iniziativa di Spazio Baluardo. Sulla pagina Facebook dello stesso Municipio 8, postando delle foto si legge: “Questa notte qualche vigliacco ha vandalizzato i murales dedicati a medici ed infermieri dell’ospedale Sacco, realizzati dalle associazioni del territorio e sostenuti dal Municipio 8 – si legge nel post -. Prenderemo provvedimenti e presenteremo un esposto, chiedendo anche di visionare i filmati delle telecamere! Non c’è spazio per gli incivili”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente@Museoscienza, storie digitali
Articolo successivoCisl: “In Lombardia costretti a rivolgersi ai privati per l’antinfluenzale”
Luca Levati
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati