Sorvegliato speciale viola il coprifuoco e non paga il taxi

Accompagna la fidanzata in taxi a Parabiago, torna a casa dopo le 23 e non ha i soldi per pagare la corsa: pregiudicato denunciato dalla polizia a Milano.

49

Un 28enne è stato indagato, ieri sera, in via Engels a Milano, per aver violato la sorveglianza speciale e sanzionato dalla Polizia per non aver rispettato le ordinanze sul Covid-19. Il 28enne, infatti, verso le 21.15 di ieri ha chiamato un taxi per accompagnare la propria fidanzata a Parabiago. Una volta arrivati a destinazione, la ragazza è scesa e l’uomo ha chiesto di essere riportato a casa, dove il taxi è arrivato verso le 23.15. In quel momento, il 28enne ha informato la tassista di non aver soldi per pagare la corsa il cui costo ammontava a 200 euro. La donna al volante ha concesso all’uomo di poter salire in casa per recuperare un bancomat, ma il 28enne, dopo aver fatto ritorno, ha affermato di non essere in grado di pagare. Contattati dalla tassista, gli agenti della Polizia di Stato hanno controllato il giovane che è risultato avere numerosi precedenti, oltre a essere sottoposto alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Milano dalle 22 di sera alle 7 del giorno successivo. L’uomo, che è stato denunciato, è stato anche sanzionato amministrativamente con una multa di 280 euro per non aver rispettato l’ordinanza circa le limitazioni agli spostamenti in vigore dalle ore 23.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.