“La squadra socio sanitaria della Regione Lombardia si rafforza per affrontare la sfida legata all’evoluzione e alla modernizzazione del sistema di Welfare”. Lo afferma l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera in relazione al nuovo assetto organizzativo.
“Un ringraziamento particolare per il lavoro svolto finora a Luigi Cajazzo – aggiunge Gallera – il quale rafforzera’ la struttura della Presidenza e si occupera’ in particolare dei rapporti con il Ministero della Salute e con la Commissione Sanita’ della Conferenza delle Regioni. Mai come in questa fase cosi’ delicata, il ruolo della Regione Lombardia nel panorama socio sanitario nazionale necessita della competenza e della professionalita’ che contraddistinguono il dottor Cajazzo”.
“Alla guida della Direzione Generale Welfare – spiega Gallera – arriva un professionista, il dottor Marco Trivelli, da tempo operativo nel sistema socio sanitario regionale, che ha ben operato negli anni nei ruoli che ha ricoperto in due strutture di eccellenza quale l’ospedale Niguarda di Milano e gli Spedali Civili di Brescia”.
“Trivelli, insieme al vice direttore Marco Salmoiraghi e allo stesso Cajazzo nella sua nuova veste – conclude Gallera – lavorera’ per attuare l’evoluzione del sistema sanitario a livello di offerta ospedaliera e di assistenza territoriale, nella fase post Covid, come disposto dalle norme nazionali”.

Commenti FB
Articolo precedenteMilano, arrestato a Piazzale Segesta uno spacciatore 26enne
Articolo successivoMilano, gattino nel motore soccorso e catturato da ENPA
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.