Fase 2, Fond. Gimbe: riaperture basate su dati vecchi di 2-3 settimane

Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe sottolinea che “continua a mancare un sistema di monitoraggio univoco tra regioni” ed esclude una minore gravità del Covid-19.

67

La Fondazione suggerisce di non abbassare la guardia perché le riaperture si basano su dati relativi a 2-3 settimane precedenti. Infatti, i dati relativi al periodo 18 maggio – 3 giugno dimostrano che la percentuale dei tamponi positivi, anche se in riduzione, rispetto alla media nazionale (1,4%) è ancora elevata in Liguria (4,3%), Lombardia (3,83%) e Piemonte (2,69%) Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, ha dichiarato che “la comunicazione istituzionale si è notevolmente indebolita, alimentando un senso di falsa sicurezza che può influenzare negativamente i comportamenti delle persone” aggiungendo che nelle ultime 2 settimane i tamponi effettuati sono calati mediamente del 6% a favore, in alcune Regioni, di test sierologici di cui non esiste alcun monitoraggio nazionale.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.