Coronavirus, uno sportello online per bulimici e anoressici

59

Per chi soffre di disturbi del comportamento alimentare, stare a casa è più difficile che per altre persone. Il gruppo di terapeuti e ricercatori di Studi Cognitivi ha attivato uno sportello online per fornire assistenza gratuita alle decine di richieste di aiuto. “Per i bulimici che si trovano in questo momento chiusi in casa – dice Rosaria Nocita, direttore del Centro – spesso ricorrere al cibo, di cui si hanno ampie scorte, è l’unico mezzo per placare stati di ansia, aggravati dall’emergenza coronavirus. E le anoressiche, che hanno la pulsione al controllo, vedono peggiorare la loro condizione in questo periodo di incertezza”. Per tutti loro, ma anche per familiari, insegnanti e allenatori, domani ‘Studi Cognitivi’ ha organizzato un incontro online dal titolo: “Anoressia nervosa: fino all’osso”. Obiettivo è quello di intercettare i campanelli di allarme, le indicazioni sulle prime misure da prendere e gli errori da evitare. Intanto nella sede di Milano di Studi Cognitivi i pazienti continuano a frequentare il Day Hospital. La continuità della terapia è stata resa possibile in queste settimane grazie all’applicazione delle misure di distanziamento e sicurezza e ha lo scopo di continuare a offrire assistenza per evitare un ricovero ospedaliero, che appesantirebbe ancor più gli ospedali già in crisi.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.