Candidato Comunali Salvini :”per Milano ho incontrato gente molto in gamba”

252

“Per Milano ho incontrato gente molto in gamba. E prima se ne parla con gli altri poi si parte” : lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini parlando del candidato sindaco per le elezioni comunali del 2021, a margine del saluto ai militanti al gazebo di piazza San Babila per la campagna di tesseramento del partito. Salvini ha poi confermato che si stanno sondando nomi della società civile. “Assolutamente senza tessere di partito in tasca – ha detto -. Non è un disvalore” avere una tessera di partito “ma se uno a un’idea chiara per Roma, Milano, Torino se è culturalmente di quest’area politica è benvenuto”. ” Stiamo incontrando persone di assoluto livello – ha proseguito ancora -. Noi abbiamo l’ambizione di offrire un cambiamento ai milanesi a prescindere da chi sarà il candidato della sinistra”. Quanto all’ipotesi di primarie di centrodestra per la scelta del nome “se ci sono nomi eccellenti che mettono d’accordo tutti si può risparmiare tempo e denaro” : così il leader della Lega Matteo Salvini in merito all’ipotesi di primarie del centrodestra per la scelta del candidato sindaco per le elezioni comunali 2021″. (MiaNews)

Commenti FB
Articolo precedenteUna merenda creativa con lo chef alla Casa della carità
Articolo successivoSchianto vicino al treno deragliato, arrestato pirata positivo alla coca
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.