Oggi dovrei fare un commento sull’Emilia Romagna, anche se non ne ho molta voglia perché più o meno tutti stanno dicendo di tutto sul voto delle RegionaliSalvini ha sbagliato candidata, Bonaccini vince perché se lo merita, e il Pd e il crollo del Movimento 5 Stelle. Avrete sentito tutto, no? Io, ovviamente, sì. Quindi non aggiungo altro. Queste elezioni mi hanno però portato a pensare al nostro sistema, al sistema dei media. Per l’ennesima volta il nostro mondo ha propinato ai lettori riflessioni, sondaggi, sentiment e tutto il resto. Poi si è arrivati alle elezioni e abbiamo scoperto che ogni sondaggio era sbagliato, che l’intero trend era sbagliato. E che il governo non sarebbe caduto, e che l’Emilia Romagna ha votato ancora una volta convintamente a sinistra. Ancora una volta, ed è l’ennesima, ci siamo sbagliati. Di fronte agli errori i lettori, come gli elettori, sono pazienti. Non puniscono subito. Ma ricordo tutti i sondaggi sbagliati e le previsioni sbagliate ai tempi di Berlusconi, e poi dopo, continuamente, ad arrivare fino ad oggi. Intanto, e questa coincidenza qualcosa vorrà pur dire anche se non spiega tutto, i quotidiani hanno un decimo delle copie di allora. Sempre ieri è successa un’altra cosa. E’ morto Kobe Bryant in uno schianto di elicottero. Per gli Usa, Kobe è stato il più grande giocatore dell’era appena successiva a Michael Jordan. Si era appena ritirato, ed era un supercampione. Il suo elicottero cade, e sapete chi la dà la notizia? Un sito chiamato TMZ, che fa quasi solo gossip. La CNN arriva dopo un’ora. Tutti gli altri, a rimorchio. In tutto il pianeta la notizia viene riportata per un’ora scrivendo: “come comunica TMZ”. Mi è sembrato un segno del destino della nostra informazione. Che o riprende a dire solo la verità, o è destinata a sparire, a favore di giornali che forse non avranno il blasone, e forse non avranno la serietà dei giornaloni, ma che ancora adorano dare le notizie. Anche se fanno gossip.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.