Falso Vino, Coldiretti: occorre fare chiarezza, settore strategico

64

Occorre fare chiarezza e punire gli eventuali responsabili di frodi che screditano e mettono a rischio lo sviluppo del settore del vino in Lombardia, cresciuto puntando su un percorso di valorizzazione del territorio e di qualità, che ha portato al record storico di esportazioni per un valore di 271 milioni di euro. Lo afferma la Coldiretti Lombardia alla luce dell’indagine della Procura di Pavia su una nuova presunta frode nel settore vitivinicolo, che ha portato all’arresto di cinque persone e all’emissione di due obblighi di firma.

“Ben vengano tutti i controlli volti ad accertare azioni fraudolente di singoli – commenta Paolo Voltini, Presidente di Coldiretti Lombardia – che rischiano di mettere a rischio un comparto strategico per il nostro agroalimentare, che rappresenta un patrimonio di cultura, conoscenza e biodiversità da tutelare”.

In Lombardia – spiega la Coldiretti regionale – ci sono oltre 20mila ettari a vigneto, quasi tutti dedicati a nettari di alta qualità, grazie a 5 DOCG, 21 DOC e 15 IGT. Le province più vocate sono Pavia con più di 12.500 ettari e Brescia con oltre 6.800 ettari. A seguire: Mantova (più di 1.700 ettari), Sondrio (circa 800 ettari), Bergamo (640 ettari), Milano e Lodi (circa 200 ettari), ma zone viticole più ridotte si contano anche fra Como, Lecco, Varese e Cremona.

“È una vicenda che rischia di avere conseguenze molto gravi – sottolinea Stefano Greppi, Presidente di Coldiretti Pavia – e che va a colpire un comparto fondamentale per il nostro agroalimentare”.   In provincia di Pavia – spiega Coldiretti – ci sono oltre 13 mila ettari coltivati a vigneto e circa 1.400 aziende vitivinicole. “L’Oltrepò Pavese non può più permettersi vicende di questo tipo: le eventuali responsabilità andranno chiarite velocemente dalle forze dell’ordine”, dice ancora il Presidente di Coldiretti Pavia, nel ribadire anche che “il nostro impegno quotidiano è, come sempre, al fianco di tutti quegli agricoltori che lavorano onestamente per valorizzare il territorio dell’Oltrepò Pavese e i suoi vini”.

Quasi due italiani su tre – sottolinea un’indagine Coldiretti/Ixè – hanno paura delle frodi e delle contraffazioni a tavola. Le frodi e la vinopirateria sono la principale minaccia al successo del settore del vino, dove a livello nazionale sono state smascherate dall’Ispettorato centrale repressione frodi 194 notizie di reato nel 2018.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.