Ultimo saluto del Ticinese a Piero Rattazzo, i funerali in Sant’Eustorgio

300

La basilica di Sant’Eustorgio, al Ticinese, ha accolto stamani il feretro di Piero Rattazzo, lo storico titolare del bar Rattazzo, luogo simbolo delle notti milanesi dagli anni ’60 che ha attraversato una Milano profondamente cambiata in questi anni. Per i funerali di Rattazzo, scomparso il 23 dicembre e salutato sui social con decine di messaggi in questi giorni, si è radunata in Sant’Eustorgio – dove un anno fa venne celebrato il funerale di un altro simbolo del quartiere e delle notti milanesi come lo scrittore Andrea Pinketts – una folla di circa 300 persone, tra amici, vecchi clienti e giovani che hanno frequentato il suo bar nel cuore del Ticinese. Ad accompagnare il feretro all’uscita il ‘pugno chiuso’ di molti che oggi lo hanno voluto salutare e, dopo la Messa e i ricordi del fratello, della figlia e di due giovani avventori, le note della Banda degli Ottoni a scoppio che hanno intonato Bella Ciao e l’Internazionale. (MiaNews)

Commenti FB
Articolo precedenteArrestato 26enne albanese con 60 kg di marijuana in auto [VIDEO]
Articolo successivoMise siringa su auto della Polizia, arrestato per spaccio
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.