“Le analisi hanno confermato un nuovo caso di Sepsi da Meningococco C per un cittadino residente a Villongo (BG). Abbiamo già avviato le profilassi ed estenderemo l’offerta vaccinale fino ai 50enni del paese”. Lo annunciano l’assessore al Welfare Giulio Gallera e il sindaco Maria Ori Belometti, illustrando le azioni che si stanno mettendo in campo, insieme alle Agenzie di Tutela della Salute di Bergamo, di Brescia e all’Azienda Socio Sanitaria Territoriale (ASST) di Bergamo Est a seguito di un nuovo caso di infezione (il terzo in pochi giorni) verificatosi nella stessa comunità locale e che vede ricoverato un 36enne in prognosi riservata all’Ospedale di Brescia.

“Oltre alle operazioni di profilassi antibiotica – aggiunge l’assessore – che hanno già coinvolto familiari e conoscenti, abbiamo deciso di estendere il piano di offerta vaccinale avviato a seguito dei primi due eventi: stiamo già procedendo a contattare direttamente e personalmente tutti i giovani residenti di età compresa fra gli 11 e 25 anni, ed ora pensiamo di coinvolgere i medici di base per formulare la proposta di vaccinazione alla popolazione fino a 50 anni”.Sono confermate le aperture aggiuntive dell’ambulatorio a Sarnico sede del Presidio socio sanitario territoriale (PreSST) ASST Bergamo Est, P.zza Libertà 37, nei giorni 24 – 27 – 30 e 31 dicembre e 2 – 3 gennaio ore 9-12 con accesso libero. Contestualmente l’assessore Gallera e il sindaco Maria Ori Belometti stanno valutando l’apertura un ambulatorio straordinario in paese, in locali che verranno definiti nelle prossime ore a cura dell’Agenzia per la Tutela della Salute di Bergamo, per procedere a sedute aggiuntive di vaccinazione.

Nelle scorse settimane, analoghe infezioni da Meningococco C avevano colpito due ragazze di Villongo, una delle quali era deceduta in ospedale. Allora erano state avviate le profilassi per oltre 400 contatti e formulate proposte vaccinali ai coetanei delle due giovani.
Secondo gli esperti, il batterio pare sia particolarmente aggressivo e determina infezioni generalizzate particolarmente gravi. “Siamo in stretto contatto con l’Istituto Superiore di Sanità – sottolinea l’assessore Gallera – con cui abbiamo condiviso le linee d’intervento e gli approfondimenti necessari”.

Commenti FB
Articolo precedenteNatale, la Gdf di Como sequestra 200mila luminarie non a norma
Articolo successivoE’ morto Piero Rattazzo proprietario dello storico bar
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.