Razzismo in ospedale, il padre della bimba presenta una denuncia

149

Il padre della bimba morta in ospedale a Sondrio Abdulras Aki Alimi, 40enne della Costa d’Avorio ha presentato una denuncia ai carabinieri, dopo gli insulti alla compagna. L’uomo è andato al Comando provinciale di Sondrio per raccontare quanto riferitogli dalla donna,  bersaglio di  insulti razzisti al pronto soccorso di Sondrio. “La mia compagna mi ha raccontato che subito dopo che i medici le hanno riferito che nostra figlia non ce l’aveva fatta – si legge nel verbale di querela – mentre si trovava nei pressi del bagno, disperata per la notizia, ha visto due persone, una stesa sulla barella con una maschera per ossigeno, ed una in piedi. Una delle due ha detto una frase di questo tipo: ‘Smettila di piangere anche se è morto il tuo bambino, vattene, fai troppo rumore’. L’altra ha risposto: ‘Ma non hai cuore?'”. Una frase che si aggiunge a quelle che alcune testimoni dichiarano di aver sentito in sala d’attesa. “Ma a noi in questo momento non importa molto di quello che è stato detto – hanno detto i genitori -. Abbiamo perso nostra figlia, pensiamo solo a questo”. La Procura sta valutando la possibilità di aprire un fascicolo contro ignoti per diffamazione aggravata dall’odio razziale.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.