I City Angels guardiani morali del Giardino dei Giusti

140

Gariwo ha nominato i City Angels “guardiani morali” del Giardino dei Giusti di tutto il mondo di Milano. La designazione è avvenuta ieri durante la visita di Mario Furlan, fondatore e presidente dei City Angels, al Giardino creato nel 2003 nel Parco del Monte Stella per onorare le persone che, in ogni tempo, hanno messo a rischio la vita per salvare gli altri e per difendere i diritti umani. Alla visita ha partecipato il presidente dell’Anpi di Milano Roberto Cenati, oltre a una folta delegazione di giovani Angels.
Il riconoscimento è stato assegnato per “lo spirito etico e i valori esemplari che contraddistinguono i City Angels”, è scritto nella targa consegnata dal presidente di Gariwo Gabriele Nissim a Furlan.
“Con questa iniziativa i City Angels lanciano un richiamo alle istituzioni e alla società civile affinché si prendano cura del Giardino, patrimonio della città e luogo aperto a chi condivide i valori della responsabilità e dell’accoglienza” ha dichiarato Nissim. “Mi auguro che il loro gesto sia di esempio per altre associazioni”.
Riconoscibili dal basco blu e dalla giubba rossa, i City Angels dal 1994 svolgono, come volontari, attività di assistenza ai più deboli, in particolare senzatetto e migranti, e di prevenzione e contrasto della criminalità di strada. Hanno 18 sedi in Italia e una a Lugano (Svizzera). A Milano gestiscono tre centri d’accoglienza; il principale, con 200 posti letto, è l’Oasi del Clochard, in via Lombroso 99. Inoltre svolgono il servizio di pubblica sicurezza per manifestazioni pubbliche e concerti.
“Siamo onorati di essere proclamati “guardiani morali” del Giardino dei Giusti. Perché i valori rappresentati da Gariwo sono gli stessi che si trovano scolpiti nel cuore di tutti i City Angels”, ha commentato Furlan. Sia Gariwo che i City Angels sono impegnati a combattere il razzismo e qualunque forma di odio e discriminazione nella vita sociale, sul web e nello sport.
Inaugurato il 6 ottobre dalla Senatrice a vita Liliana Segre dopo i lavori di riqualificazione, il Giardino poco dopo è stato danneggiato da atti vandalici. La sfida, da oggi accolta anche dai City Angels, è preservarlo affinché diventi un luogo d’incontro per tutte le associazioni e i cittadini.

Commenti FB
Articolo precedenteBimbo tenta di buttarsi dalla finestra della scuola, salvato
Articolo successivoA Milano nasce “Voce”, la casa del volontariato
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.