JETHRO TULL: i concerti benefici di Natale e a Marzo il tour “più prog” di sempre in Italia

133

Ian Anderson e i suoi JETHRO TULL – con oltre 60 milioni di dischi venduti e innumerevoli tour – sono la band prog di maggior successo al mondo. Rivisitando gli album più belli e prog di sempre, faranno tappa anche in Italia con il loro nuovo tour “The Prog Years”:

JETHRO TULLThe Prog Years”

Mercoledì 25 MARZO 2020 @ Teatro Colosseo – TORINO

Venerdì 27 MARZO 2020 @ Teatro Galleria – Legnano (MILANO)

I biglietti saranno disponibili in prevendita dalle ore 10 di lunedì 2 dicembre 2019 sul circuito ufficiale Ticketone.

I Jethro Tull nati nel Lancashire nel 1967, si esibirono per la prima volta con questo nome nel 1968 nel famoso Marquee Club di Londra e da lì riuscirono a creare immediatamente un largo seguito, suonando su e giù per la patria l’Inghilterra. Il vero successo sbocciò come per incanto al Sunbury Jazz e al Blues Festival nell’estate del 1968. I Jethro Tull registrarono e pubblicarono il loro primo album “This Was con la line up originale Anderson, Cornick, Bunker e Abrahams. Dopo la sostituzione di Mick Abrahams con Martin Barre, circa altri 30 musicisti si sono avvicendati nelle fila dei Jethro Tull, marchio che sopravvive fino ad oggi e dura nel tempo: Ian Anderson si esibisce con la band regolarmente per circa un centinaio di spettacoli ogni anno in tutto il mondo.

Il nuovo tour, “The Prog Years, attinge a piene mani dagli album più prog della band, tra cui “Stand Up”, “Benefit”, “Aqualung”, “Thick As A Brick”, “Passion Play” e persino un tocco del più recente “TAAB2” targato 2012 (l’acronimo sta perThick As A Brick 2”, pubblicato come concept album solista di Ian Anderson). Gli spettacoli saranno arricchiti anche da elementi visual.

L’immancabile protagonista e leader Ian Anderson sarà sul palco insieme a David Goodier (basso), John O’Hara (tastiere), Joe Parrish (chitarra) e Scott Hammond (batteria). Chitarrista a parte (Florian Opahle ha abbandonato da poco per dedicarsi alla produzione e alla famiglia), la formazione affiatatissima è quella che accompagna Anderson stabilmente da parecchi anni, dal 2012 anche sotto il monicker Jethro Tull. Nel 2018, la Parlophone Records ha pubblicato la raccolta “50 to 50” che con 50 brani celebra la carriera dei Jethro Tull in occasione del 50 anniversario dalla formazione.

I Jethro Tull amano l’Italia e l’Italia ama i Jethro Tull, questo sin dagli anni’70. Ricordiamo che, dopo il successo delle recenti date di inizio Novembre, il quintetto britannico si esibirà di nuovo a breve nel nostro Paese anche in un tour natalizio molto molto speciale:

CHRISTMAS WITH JETHRO TULL

Giovedì 19 DICEMBRE 2019 @ Capitol – PORDENONE

Incasso devoluto all’associazione Via di Natale

Venerdì 20 DICEMBRE 2019 @ Chiesa di San Vitale – PARMA

Incasso devoluto a Snupi Onlus

Sabato 21 DICEMBRE 2019 @ Teatro Comunale – FERRARA

Incasso devoluto all’Associazione Giulia Onlus

Biglietti ancora disponibili in prevendita qui.

Ian descrive così questo spettacolo: “Sia che il tuo Natale sia un affare di regali e riunioni di famiglia, o che sia un momento più importante di celebrazione del calendario cristiano, unisciti a noi per un po’ di spirito natalizio, musica, letture e una preghiera o due”.

Lo spirito natalizio si traduce così in un’unione di persone di ogni provenienza, cultura e fede, che si incontrano nelle cornici intime scelte per i concerti e potranno vivere insieme un momento di condivisione e solidarietà prima del Natale. Ad aggiungere infatti rilievo alle tappe italiane di Ian Anderson un particolare importante: l’incasso dei 3 concerti sarà devoluto in beneficienza a 3 diverse associazioni.

Per la data di Pordenone il gesto di solidarietà andrà all’associazione Via di Natale, al lavoro costante a beneficio dei malati oncologici e dei loro familiari, mentre per la tappa a Parma il ricavato sarà devoluto a Snupi Onlus, associazione dedita al Sostegno Nuove Patologie Intestinali. Infine, il concerto a Ferrara sosterrà l’Associazione Giulia Onlus, che concentra la propria attività su progetti mirati a bambini oncologici del ferrarese.

Un momento di follia musicale, bontà e solidarietà pre-natalizia che merita tutto il sostegno possibile per vivere il Natale in modo costruttivo e vicino alla tradizione. Tra l’altro, l’ultimo album di inediti pubblicato dalla band è proprio “The Jethro Tull Christmas Album” del 2003, il 21° della loro carriera.

I Jethro Tull hanno pubblicato a Novembre per Rocket 88 Books The Ballad of Jethro Tull”, la prima e ufficiale storia illustrata della band.

Il libro – in due diversi varianti, Special Edition Classic Edition – è corredato da due registrazioni: la prima che prende il nome dal titolo del libro, “The Ballad of Jethro Tull”, è un poema narrativo scritto e letto da Ian Anderson su un mix unico e originale dei classici dei Tull. Sul lato B invece Ian legge Marmion, poema del 1808 di Walter Scott, con il supporto musicale di John O’Hara (attuale tastierista dei Jethro Tull) all’organo della Cattedrale.

La Special Edition, in una tiratura limitata di 500 copie tutte firmate da Ian Anderson, contiene in esclusiva il nuovo singolo di Jethro Tull. Ogni copia è racchiusa all’interno di una speciale scatola fatta a mano e include due stampe d’arte a opera di Peter Klucik, autore anche della copertina del libro.

La Classic Edition dello stesso libro in tiratura più ampia è proposta ad prezzo più accessibile e contiene il download code per le due registrazioni.

In questo video trailer Ian Anderson presenta il progetto che ha supervisionato personalmente fornendo contributi inediti direttamente dal suo archivio personale. Una curiosità: i fan che hanno preordinato il libro, hanno avuto per un periodo limitato garantita la citazione del proprio nome nei ringraziamenti speciali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.