Il Politecnico celebra Leonardo

39

Il Politecnico di Milano celebra il quinto centenario della morte di Leonardo da Vinci con un convegno dedicato a Leonardo e la città ducale, in programma mercoledì 16 ottobre, con la partecipazione di alcuni tra i maggiori studiosi del Rinascimento lombardo. La giornata di studi aspira ad affrontare il tema della Milano di Ludovico il Moro, tentando di cogliere le relazioni fra il potere dei duchi e i modi di rappresentazione e costruzione urbana e, di riflesso, il ruolo svolto da Leonardo da Vinci (1482- 1499) nel dare forma alla “politica delle immagini”. Nel corso della mattinata, dopo i saluti istituzionali dall’assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno e del Prorettore e Delegato per gli Archivi e le Biblioteche del Politecnico di Milano Federico Bucci, sono previste tre lezioni tenute da studiosi che hanno segnato gli studi di settore sulla Lombardia Sforzesca nel suo rapporto con Leonardo da Vinci: Luisa Giordano, già professore di Storia dell’arte moderna presso l’Università di Pavia, Richard Schofield, ordinario di Storia dell’architettura presso l’Università IUAV di Venezia e Pietro Cesare Marani, ordinario di Storia dell’arte moderna presso il Politecnico di Milano. Il pomeriggio sarà invece dedicato ad approfondire gli interventi urbani e le forme cerimoniali e teatrali che nell’età sforzesca furono elaborati dal potere ducale volti a legittimare il proprio status principesco sia nei confronti dei propri sudditi, sia degli altri potentati italiani ed europei coi contributi di: Nadia Covini, Monica Visioli, Paola Ventrone, Edoardo Rossetti, Claudia Candia, Jessica Gritti, Roberta Martinis, Giovanni Cislaghi. Il convegno, patrocinato dal Comitato nazionale per la celebrazione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci (Leonardo 1519-2019) e dal Comune di Milano (Leonardo 500), è curato da Francesco Repishti e si inserisce nel più ampio programma di eventi promossi per le celebrazioni del 2019 dall’ateneo milanese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.