Riempivano capannoni di rifiuti al Nord, 11 arresti [VIDEO]

132

I Carabinieri forestali hanno arrestato 11 persone, tutte operanti nel settore dei rifiuti.
Attraverso un sistema di impianti di smaltimento, complici, società fittizie, documento falsi e prestanome, gestivano un ingente traffico di rifiuti illeciti che dalla Campania finivano abbandonati in capannoni del Nord Italia o sotterrati in Calabria. Le indagini, dirette dalla Direzione Antimafia di Milano, sono la prosecuzione dell’Operazione “Fire Starter” che nell’ottobre del 2018 aveva portato all’arresto di 6 persone ritenute legate al rogo del capannone di Corteolona, in provincia di Pavia. Inoltre, il rogo di Corteolona “ha permesso di evidenziare dinamiche di più ampia portata e individuare una organizzazione criminale capeggiata da da soggetti di origine calabrese e con numerosi precedenti penali” hanno concluso i Carabinieri.

Rifiuti illegali in capannoni del Nord Italia, 11 arresti

Rifiuti illegali e roghi; i carabinieri forestali di Milano, Lodi, Pavia, Torino, Napoli, Reggio Calabria e Catanzaro hanno arrestato 11 persone con l'accusa di smaltimento illecito. L'indagine era partita dopo il maxi incendio al deposito di Corteleona (Pv) nel 2018.f.c.

Publiée par Radio Lombardia sur Lundi 7 octobre 2019

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.