“Settimana ecovirtuosa” alla Casa della Carità

19

Prende il via domani giovedì 4 luglio per proseguire fino a mercoledì 10 luglio la prima Settimana Ecovirtuosa della della Fondazione Casa della carità, che si svolgerà presso la propria sede di via Brambilla 10 a Milano. Una settimana ricca di incontri e iniziative aperte alla cittadinanza, dedicata ai temi del cambiamento climatico, dell’economia solidale e della finanza etica, degli stili di vita, con particolare attenzione alla mobilità sostenibile, all’alimentazione e all’acqua. Le attività saranno rivolte sia a chi vive la Casa, quindi ospiti, operatori e volontari, che a tutta la cittadinanza. All’interno della struttura, prenderà il via una vera e propria campagna di educazione ambientale: dalla spinta alla raccolta differenziata a un corretto utilizzo delle isole ecologiche della Casa, dall’uso di borracce e carta riciclata, fino alla progressiva eliminazione della plastica nei diversi servizi e nella mensa interna. Ai residenti del quartiere Adriano e a tutti i cittadini saranno invece offerti dibattiti, proiezioni di documentari, laboratori per bambini, aperitivi con prodotti bio e a km 0.

Tra le tantissime iniziative organizzate, si segnalano il dialogo tra Anna Fasano, presidente di Banca Etica, e don Virginio Colmegna sul tema della finanza etica (venerdì 5 luglio alle 18) e l’appuntamento conclusivo (mercoledì 10 luglio alle ore 21) dal titolo “Quali gli impegni e le proposte dopo la dichiarazione di emergenza climatica e ambientale da parte del Comune di Milano?”, che vedrà la partecipazione del sindaco di Milano Giuseppe Sala, del consigliere comunale Carlo Monguzzi, di Tiziana Bandini per il movimento Fridays for Future Milano, insieme al presidente della Casa della carità.

Ed è proprio don Colmegna a spiegare il senso dell’iniziativa: “Stimolati dalle migliaia di giovani che stanno manifestando in tutto il mondo a difesa del clima, abbiamo anche noi avvertito la necessità di fare qualcosa nel nostro piccolo, perché oggi nessuno può esimersi dall’affrontare la questione ambientale. Il cardinal Martini, quando volle Casa della carità, ci chiese di essere un luogo di proposte per la città; abbiamo quindi pensato a una settimana di sensibilizzazione, che metta al centro i temi dell’enciclica papale Laudato Si’. Non sarà un ‘festival’, ma l’inizio di un impegno, che per noi significa andare oltre la cultura dello scarto anche in tema ambientale”.

E aggiunge: “Abbiamo scelto di farlo a partire da noi, dalla periferia, dalla nostra sede di via Brambilla, coinvolgendo le realtà del quartiere Adriano, perché la sfida ecologica non è solo un affare da ricchi, da ‘aristocratici’. Siamo convinti che anche nella battaglia in favore dell’ambiente e del clima le periferie possono essere protagoniste di un cambiamento positivo, perché è proprio dai poveri, dalle disuguaglianze che parte una domanda di cura”.

Tutte le iniziative della Settimana Ecovirtuosa sono a ingresso gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.