Tangenti, indagato il presidente di Confindustria Lombardia Bonometti

69
Marco Bonometti

Il presidente di Confindustria Lombardia, Marco Bonometti, dopo esser stato ascoltato ieri dagli inquirenti come persona informata sui fatti della maxi inchiesta su corruzione e appalti pilotati in regione, è stato iscritto nel registro degli indagati. All’imprenditore bresciano, presidente delle Officine Meccaniche Rezzatesi, è contestato un finanziamento illecito di 31mila euro volti a finanziare la campagna di Lara Comi, europarlamentare di Forza Italia e candidata alle prossime elezioni europee, secondo gli inquirenti vicino agli ambienti di Forza Italia. Soldi che sarebbero stati versati da Bonometti sotto forma di consulenza e acquisto di una tesi di laurea disponibile anche su internet. Da quanto si è appreso nelle scorse ore altri due imprenditori sarebbero stati iscritti al registro degli indagati con l’accusa di finanziamento illecito allo stesso candidato, con un metodo simile a quello di Bonometti. L’imprenditore ha negato che la fattura sia un finanziamento al partito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.