La morte di Peppino Franchini, fondatore dei Supermercati Brianzoli

488

Si indaga sulle circostanze della morte di Giuseppe Franchini, 74 anni, fondatore dei Supermercati Brianzoli, trovato senza vita, nei giorni scorsi, all’interno della propria auto posteggiata in una delle aree di sosta dell’aeroporto di Malpensa. Nessun segno di violenza sul corpo dell’imprenditore. Tra le ipotesi quella di un malore improvviso, anche se non si esclude il gesto volontario con l’avvelenamento da farmaci. Il magistrato ha disposto l’autopsia. Era stata la moglie a dare l’allarme. I carabinieri di Lentate sul Seveso (MB) l’hanno trovato localizzando il cellulare dell’uomo. Franchini è stato uno dei protagonisti dell’esplosione della grande distribuzione in Italia. Nel 1974 la famiglia aveva aperto i primi quattro punti vendita con l’insegna SB, pubblicizzata a tambur battente su tv e stampa locali. Negli anni Franchini aveva aperto oltre sessanta punti vendita nel Nord Italia e anche in Emilia Romagna. Un piccolo impero. Nel 1991 la vendita del gruppo a Silvio Berlusconi che assorbì Supermercati Brianzoli in Standa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.