Bruzzano, Ri-Make: bomba carta contro lo spazio occupato

177
Foto dalla pagina Fb di Ri-Make

Lanci di sassi e una bomba carta contro i locali occupati da Ri-Make in via Del Volga, in zona Bruzzano-Affori. Il collettivo – che ha occupato l’ex liceo Omero dopo essere stato sgomberato a maggio 2018 dalla ex Bnl di via Astesani – denuncia l’episodio, avvenuto giovedì sera . L’esplosione, fanno sapere da Ri-Make ha causato “danni al vetro e a un armadio, senza danni per le persone che si trovavano all’interno (in particolare alla ragazza che vive da tempo nell’ex casa del custode)”. Prima del lancio di una bomba carta sarebbero invece stati lanciati sassi che hanno infranto altre vetrate.


“Si tratta di un vero e proprio attentato contro un’esperienza di recupero di uno stabile abbandonato a fini socio-culturali e con una gravissima matrice di odio razziale, scagliato contro le persone rom e rumene ospitate nello spazio (da prima della stessa riappropriazione da parte del collettivo Ri-Make). Una matrice ideologico-politica che non è difficile da identificare: da mesi abbiamo notato la circolazione di post e commenti diffamatori e razzisti, intolleranti e minacciosi su pagine Facebook adibite allo scopo”, denuncia il collettivo che parla di un “attacco gravissimo e violento contro le tante attività sociali e solidali che si svolgono nello spazio di Ri-Make, un attacco al nostro pranzo popolare della domenica, allo sportello di assistenza sindacale, allo spazio di cura condivisa dei bambini, ai corsi di sport popolare, al nostro mercatino dei produttori indipendenti, alla scuola di italiano per straniere/i, all’associazione Mshikamano, e un attacco all’incolumità di alcune persone sulla base di uno stigma razziale che ha causato e continua a causare violenza”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.