In questi giorni di “feste” FRANCESCO RENGA annuncia il suo  ritorno live in primavera con VERONA e TAORMINA LIVE 2019, due concerti unici all’interno delle prestigiose cornici italiane dell’ARENA DI VERONA (27 maggio) e del TEATRO ANTICO di TAORMINA – ME (13 giugno – in attesa di autorizzazione dalla Regione Siciliana), due speciali anteprime live del tour che il prossimo inverno toccherà tutta Italia.

«Come ormai avrete capito il 2019 sarà pieno di sorprese, a partire dal mio nuovo disco di inediti in primavera… per questo voglio iniziare il nuovo anno condividendo con tutti voi anche questa cosa meravigliosa – spiega Francesco Renga – Sono davvero felice di tornare a esibirmi in due luoghi così magici e prestigiosi per la musica italiana come l’Arena di Verona e il Teatro Antico di Taormina. Sarà fantastico farlo ancora una volta insieme! Buon 2019 a tutti».

Con la sua inconfondibile voce, grande potenza espressiva e travolgente energia, Francesco Renga si prepara ad un 2019 ricco di grandi novità e tanta nuova musica. Infatti, dopo l’esperienza in trio con Max Pezzali e Nek, reduci da un tour di grandissimo successo, il cantautore è pronto a condividere insieme al suo pubblico un anno straordinario che, tra le altre cose, lo vedrà protagonista a febbraio del Festival di Sanremo 2019, in gara con il brano “Aspetto che torni”, e lo porterà dal vivo in tutta Italia per presentare il suo ottavo disco di inediti, in uscita in primavera.

Commenti FB
Articolo precedenteA Milano al via i saldi da 430 mlioni di euro
Articolo successivoRIVAL SONS: nuovo album a gennaio, in concerto in Italia a febbraio
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati