Milano e Monza unite per il prolungamento della M5

0
88

Milano e Monza unite per chiedere al governo i fondi per il prolungamento della linea 5 del metro che unirà le due città . Ieri pomeriggio in villa Reale a Monza si è tenuto un consiglio comunale straordinario a cui hanno partecipato anche i sindaci di Milano Cinisello e Sesto. Il documento sul prolungamento della M5 fino a Monza è stato approvato all’unanimità dal Consiglio comunale di Monza, mentre a Milano sarà discusso lunedì. Nel loro appello i Comuni si sono dichiarati disponibili a compartecipare all’investimento: le amministrazioni locali, compresa la Regione, stanzieranno nel complesso 350 milioni di euro, mentre ammontano a circa 900 milioni i fondi attesi dal Governo. “La palla ora passa al Governo, senza polemiche ma ci aspettiamo che di fronte a questo atteggiamento unico” con le amministrazioni unite “anche il Governo faccia la sua parte” ha detto il sindaco Giuseppe Sala nel suo intervento. “Se questa è una giornata storica io considero una giornata storica quando inizieremo a scavare”, ha anche aggiunto Sala. E poi ha aggiunto: “E’ chiaro che le differenze politiche rimarranno su tante altre cose, ma su un tema del genere è giusto lavorare assieme: ci troviamo di fronte ad un’alleanza significativa, trasversale”. Il sindaco ha poi ricordato alcuni dati del progetto di prolungamento, con 13 km di percorso e 12 fermate. 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedentePresentata la Milano Digital Week 2019
Articolo successivoPirata della strada bloccato da un passante
Luca Levati
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.