Un ragazzo di Cantù di 25 anni, Luca Rivadossi, ha perso la vita mentre era in alpeggio. Era partito dall’Alpe Camedo, a 1550 metri di quota, per cercare delle pecore e sarebbe dovuto tornare verso mezzogiorno. Il mancato rientro ha fatto partire le ricerche.

Luca Rivadossi da suo profilo facebook.

Da mercoledì (3 ottobre), i tecnici della XIX Delegazione Lariana del Cnsas, con Sagf Guardia di finanza, Carabinieri e Vigili del fuoco hanno battuto la zona. Sul posto l’elicottero di area di Como, quelli della della Guardia di finanza e dei Vigili del fuoco, oltre al mezzo della Rega che operava in territorio svizzero, dal momento che la zona di ricerca è stata estesa oltre confine. I voli, eseguiti anche in notturna, non avevano però dato esito positivo. Ieri mattina (giovedì 4 ottobre) le squadre sono salite in quota. Il collega del ragazzo, un pastore della zona, ha dato alcune indicazioni su dove era solito andare. Poco dopo mezzogiorno lo hanno ritrovato, purtroppo senza vita. Il cane del ragazzo ha permesso di delimitare la zona di ricerca perché ha abbaiato. La caduta per alcuni metri in una zona molto impervia e con rocce gli è stata fatale.

 

 

Commenti FB
Articolo precedenteMETALITALIA.COM FESTIVAL 2018 – DAY 2
Articolo successivoI Ghisa festeggiano i 158 anni di fondazione
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.