“Let Somebody Love You” il nuovo singolo di Boy George (Video)

468
Esce venerdì nelle radio “Let Somebody Love You” il nuovo singolo di Boy George and The Culture Club prodotto da Future Cuts e scritto da Boy George, Roy Hay, Michael Craig, Jon Moss e Ritchie StevensIl singolo annuncia la pubblicazione del loro primo album in vent’anni, “LIFE” in uscita il 26 ottobre per BMG e già disponibile in pre-order.(https://bgcc.lnk.to/LIFEPR).
Il video, diretto da Howard Greenhalgh, esce oggi su youtube e  presenta Boy George, in  uno Speaker’s Corner, che riesce ad attirare  tutti i presenti spostando l’attenzione dalle proteste con il  messaggio “parlate delle cose che amate piuttosto che delle cose che odiate“.
Dal loro inizio nel 1981, i Culture Club han venduto oltre 150 milioni di dischi in tutto il mondo, e sono stati riconosciuti come un’ istituzione britannica vincitrice del Grammy Award con tanti singoli di successo tra i quali: “Do You Really Want to Hurt Me”, “Karma Chameleon”, “Church Of The Poison Mind”, “Victims”, “It’s A Miracle” e “The War Song”.
 
Il gruppo è capitanato dal cantante e cantautore Boy George, universalmente amato come uno degli artisti più iconici della musica. Roy Hay, Mikey Craig e Jon Moss completano la rimanente formazione originale.

Commenti FB
Articolo precedenteAtm, tram travolge uomo disteso sui binari
Articolo successivoMeteo, tornano acquazzoni e temporali
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.