È stato revocato il fermo ai tre ragazzi accusati di violenza sessuale di gruppo, insieme a un quarto, ai danni di due ragazze minorenni a Menaggio, località turistica in provincia di Como, nella notte tra l’8 e il 9 agosto. La ricostruzione dei fatti fornita dai tre giovani è risultata, secondo il gip, convergente e plausibile, al contrario di quella delle ragazze. I presunti violentatori rimangono comunque indagati. I tre ragazzi, un italiano, un albanese e un etiope, che lavorano come stagionali a Menaggio, hanno da subito negato ogni accusa, attribuendo gli unici atti molesti al quarto ragazzo, un moldavo irreperibile perché tornato nel suo paese. Al contrario, dalle dichiarazioni delle due ragazze si evince che una delle due sarebbe stata violentata dall’italiano e dall’albanese, l’altra dal moldavo, mentre il ragazzo etiope si sarebbe limitato a guidare l’auto fino alla spiaggia del lido di Menaggio, dove si sarebbe consumata la violenza. Il gip di Como ha precisato che “una serie di dubbi non possono suonare come un’assoluzione in bianco ma come la necessità di un maggiore vaglio critico”. La procura di Como continuerà ad indagare sulla vicenda nella massima riservatezza.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.