Si e’ svolto ieri (3 settembre) presso la sede di Regione Lombardia un incontro tecnico per fare il punto della situazione sui quattro ponti della Milano-Meda oggetto nelle ultime settimane di numerosi allarmismi, anche alla luce di quanto accaduto a Genova lo scorso 14 agosto.  L’incontro e’ stato concordato in mattinata durante il vertice che si e’ svolto alla presenza del presidente Attilio Fontana con il presidente Roberto Invernizzi e l’assessore regionale alle infrastrutture, Trasporti e Mobilita’ sostenibile, Claudia Maria Terzi.
Dopo che la Provincia aveva gia’ annunciato di avere la relazione che escludeva situazioni di pericolo imminente, ieri si sono incontrati tutti i tecnici coinvolti. Al tavolo erano presenti: Regione Lombardia; Infrastrutture Lombarde, che nelle scorse ore aveva rilanciato l’allarme di chiusura immediata; Provincia, insieme ai tecnici delle societa’ di ingegneria e monitoraggio Akron-Ceas; l’ingegnere Giuseppe Giunta, redattore del progetto che conteneva anche un documento  con il limite temporale del 31 agosto 2018 per l’utilizzo dei manufatti.

Alla luce dell’analisi della relazione sottoscritta da Akron Ceas del 29 agosto, l’ingegner Giunta ha concordato sulle conclusioni espresse nel documento che non impongono la chiusura immediata, fermi restando i limiti definiti dalla Provincia gia’ imposti e ridotti rispetto a quanto consentito, compresa la chiusura cautelativa del ponte n. 10 a Bovisio Masciago.  I tecnici hanno concordato che tale indicazione rimarra’ valida fino al compimento delle prove programmate nei prossimi giorni. Le conclusioni sono state condivise e concordate con la struttura tecnica di Insfrastrutture Lombarde.

Sono gia’ programmate per oggi (4 settembre) le prove materiche a cui seguiranno nei prossimi giorni le prove di carico secondo un calendario gia’ definito.

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio
Articolo precedenteRapina a malato in Stazione Centrale, fermato un 32enne
Articolo successivoIl generale De Vita nuovo comandante dei Carabinieri in Lombardia (Video)
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati