‘Ndrangheta, maxisequestro nell’hinterland milanese

207

Maxisequestro da più di due milioni di euro ai danni della ‘Ndrangheta tra Motta Visconti, in provincia di Milano, e altri paesi dell’hinterland. Ieri gli agenti della Divisione Anticrimine della Questura di Milano hanno sequestrato, in base alla normativa antimafia, 11 immobili, situati in Lombardia e in Calabria, e diversi conti correnti di Orlando Demasi, imprenditore 43enne di origine calabrese (condannato in via definitiva per associazione per delinquere di stampo mafioso), membro della cosca Gallace-Ruga, attiva nel catanzarese. L’affiliato, secondo le indagini, è un esponente della ‘Ndrina di Giussano e aveva il compito di custodire armi da guerra; gestiva inoltre una società immobiliare con del denaro presumibilmente di provenienza illecita. Durante l’esecuzione del provvedimento emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Milano, su proposta del Questore Marcello Cardona, sono stati trovati anche 60 mila euro in contanti custoditi in buste sottovuoto dentro una cassetta di sicurezza, oggetti di pregio, e una macchina conta soldi.

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.