Meteo, caldo e afa fino a Ferragosto

131

SI PERDERA’ QUALCHE GRADO MA FARA’ ANCORA CALDO – “Nei prossimi giorni il caldo non mollerà l’Italia, sebbene i picchi termici maggiori ce li siamo lasciati alle spalle, almeno temporaneamente” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – “Le temperature infatti continueranno a superare diffusamente i 30°C, in particolare al Centronord dove sono attese ancora punte di 35-36°C. Qualche grado in meno al Sud, dove tuttavia la canicola potrebbe farsi nuovamente sentire dalla prossima settimana. Al caldo si aggiungerà l’afa, con temperature percepite superiori a quelle reali, anche oltre 38°C, specie lungo le coste e sulla Pianura Padana. Anche di notte farà abbastanza caldo, con afa alle stelle in particolare nei grandi centri urbani”.

ATTENZIONE A IMPROVVISI TEMPORALI DI CALORE – “L’anticiclone non sarà sufficientemente robusto da evitare la formazione di improvvisi temporali di calore, localizzati ma intensi” – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – “Le aree più a rischio saranno Alpi, Prealpi, occasionalmente la Valpadana, nonché l’Appennino e i versanti tirrenici. Nel weekend attenzione particolare al Sud, con temporali soprattutto tra Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia, occasionalmente anche su Puglia, Molise, Lazio, Abruzzo interno e Sardegna. Stante la presenza di aria calda e umida, non si escludono locali nubifragi, improvvise raffiche di vento e/o grandine”.

LA TENDENZA FINO A FERRAGOSTO – “Gli ultimi aggiornamenti delineano un quadro meteorologico simile a quello attuale nella prima parte di agosto, con anticiclone di tanto in tanto disturbato da qualche temporale di passaggio. Il sole comunque non mancherà, anzi sarà prevalente specie su coste e pianure, mentre il contesto climatico si manterrà caldo, a tratti intenso e sopra la norma” – concludono da 3bmeteo.com.

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio
Articolo precedenteCaldo, le mucche producono meno latte
Articolo successivoFerragosto solidale con i City Angels
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati