Condannata per diffamazione, insultava Stasi su FB

175

Maria Grazia Montani è stata condannata a pagare una multa da 900euro e 9mila euro di risarcimento danni per diffamazione aggravata nei confronti di Alberto Stasi, condannato nel 2014 a 16 anni di carcere per l’omicidio della fidanzata, Chiara Poggi, avvenuto il 13 agosto 2007 a Garlasco. La 51enne condannata aveva già risarcito Stasi con un assegno di 6mila euro per un reato di minacce. I fatti al centro dell’ultimo processo risalgono al 2009, quando su Facebook venne aperta una pagina dal titolo “Delitto di Garlasco: giustizia per Chiara Poggi”, dei cui la Montani era una degli amministratori. La donna è stata condannata per aver insultato pubblicamente l’ex-bocconiano sulla pagina. La 51enne ha dichiarato oggi in aula di essere dispiaciuta per il proprio comportamento, “Chiedo scusa a Stasi, ma in quel periodo Chiara Poggi mi parlava e io volevo solo arrivare alla verità”. L’avvocato Adriano Bazzoni, difensore della donna, chiedendo l’assoluzione per la sua assistita, ha detto che “il suo è stato un atteggiamento infantile. Lei riteneva di avere un dono e riuscire a parlare con Chiara Poggi, non credeva di commettere una reato”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.