Gallarate, il sindaco paga il viaggio in treno a Milano ai profughi sgomberati

182

Il sindaco di Gallarate Andrea Cassani (Lega Nord) ha pagato il biglietto del treno per Milano ad un gruppo di profughi, sgomberati dal suo comune. Ieri è stata sgomberata la palazzina di via Ranchet a Gallarate, destinata a chiudere perchè la società che la gestisce non ha partecipato al bando di accoglienza della Prefettura. Cinquanta persone sono state trasferite a Bresso, in un centro di accoglienza. Altri 12  che non avevano i requisiti per essere ospitati in una struttura pubblica sono invece stati “spediti” a Milano. Cassani ha documentato lo sgombero dello stabile con una diretta facebook di 30 minuti. “Questa mattina la Prefettura con l’aiuto della Polizia di Stato e dei Carabinieri ha trasferito a Bresso una settantina di richiedenti asilo che, fino ad oggi, erano gestiti da KB srl in via Ranchet- scrive sul suo profilo facebook –  Per gli altri 12 gambiani, espulsi dal programma di accoglienza, che erano all’interno della struttura abbiamo agevolato il loro viaggio verso metropoli più accoglienti e con più opportunità di Gallarate”.

Foto dal profilo facebook del sindaco di Gallarate

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.