Uccisa al parco di Villa Litta, una rapina l’ipotesi principale

662

Marilena Negri potrebbe essere stata uccisa nel corso di una rapina anche se questa non è l’unica ipotesi sulla quale lavorano investigatori e inquirenti milanesi. La donna, 67 anni, è stata trovata in fin di vita questa mattina poco dopo le 7 nel parco di Villa Litta, in zona Affori, a quell’ora già molto frequentata; i soccorritori, avvertiti da un passante, hanno tentato inutilmente di rianimarla. La vittima, colpita alla gola con un’arma da taglio, era appena uscita di casa per portare a spasso la sua cagnolina (ora affidata alla figlia). Quella della rapina comunque è la pista al momento battuta dalla polizia e dal pm Donata Costa, che ha aperto un fascicolo per omicidio volontario a carico di ignoti. La borsa di Marilena Negri è stata trovata vuota. L’autopsia potrebbe essere eseguita già domani. Si stanno vagliando le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona e si spera che qualcuno possa avere notato qualcosa di utile per le indagini. Marilena Negri viveva da sola, aveva tre figli e un compagno. Era vedova perché il marito era morto in un incidente stradale.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.