Sabato 29 aprile, all’Arena Civica, Beppe Sala vestirà i panni del calciatore per la manifestazione “Calcio e Resistenza”, organizzata dall’Associazione “W il Calcio – Milano”, con la presenza di altre associazioni e personaggi di spicco.

“Calcio e Resistenza” è una manifestazione che si inserisce nel programma di iniziative “Milano è memoria”, organizzate per celebrare il 25 aprile. Il Sindaco Sala sarà il capitano della squadra di calcio del Comune di Milano, che a partire dalle ore 14.00 prenderà parte a un torneo di calcio. E’ previsto anche un torneo femminile, con la neonata squadra formata dalle consigliere di Palazzo Marino e altre squadre di calcio “in rosa”.

Alle 19.00, presso la Sala Alessi, si svolgerà l’incontro pubblico dal titolo “Minuti di silenzio – Pedate di memoria”, con la partecipazione di due grandi giornalisti sportivi quali Gianni Mura e Gigi Garanzini.

Alle 21.00, sempre in Sala Alessi, Sergio Ferrentino sarà il regista dell’audiostoria “Olimpicamente – Resistenze”, firmata da Fonderia Mercury.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito e sono stati organizzati senza contributi pubblici.

Lorenzo Zacchetti e Manuela Donghi

“Per me è un grande onore che il Sindaco Sala abbia voluto prendere parte attiva a questo evento – ha dichiarato il Presidente di W Il Calcio – Milano Lorenzo Zacchetti (anche consigliere di Municipio 7 per il PD) – La squadra del Comune di Milano esiste da tempo, anch’io ne faccio parte, ma è la prima volta che il Sindaco decide di scendere in campo. Ciò rappresenta un motivo di orgoglio per un’associazione giovane come la nostra, ma che ha già ottenuto significativi appoggi per questa iniziativa. Lo sport può fare molto per combattere il ritorno di ideologie xenofobe e liberticide ed è per questo che abbiamo scelto di dare vita a W il Calcio – Milano”.

La squadra dei Consiglieri Comunali.
Commenti FB
Articolo precedenteSvizzera, le tre dogane chiuse “per sperimentazione”
Articolo successivoLombardia, Treni quasi 4.000 i respinti senza biglietto
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.