“Alle 21.12 di questa sera e’ stata registrata una scossa di magnitudo 4.4 con  epicentro in
Svizzera, a 60 chilometri da Zurigo e a 60 chilometri dal confine italiano. La centrale operativa regionale di Protezione civile ha ricevuto segnalazioni dalle province di Bergamo,
Lecco, Como, Milano, Varese e Sondrio dove la scossa e’ stata avvertita. Confermo che al momento non si registrano danni a cose e persone. La Sala operativa regionale, attiva 24 ore al giorno, continuera’ a monitorare la situazione”. Lo ha detto l’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia, Simona Bordonali.

Secondo Meteo Web in Italia la scossa è stata distintamente avvertita su gran parte della Lombardia settentrionale e nel Nord del Piemonte: da Milano a Como, da Bergamo a Varese, da Monza a Lecco ,da Baveno a Maccagno, da Sesto San Giovanni a Cinisello Balsamo, da Cernusco sul Naviglio a Valmadrera, da Erba a Bizzarone fino a Buccinasco, Leffe, Zogno, Canzo, Cavallasca, Valsolda, Ballabio, Malgrate, Robbiate, Arcore, Cesano Maderno, Desio, Lazzate, Muggiò, Abbiategrasso, Legnano, Corsico, Vigevano, Chiavenna, Saronno, Sangiano, Brebbia, Inarzo, Malnate, Domodossola, Verbania, Baveno, Oggebbio e persino Bolzano. Nel territorio italiano e in Lombardia, la scossa è stata avvertita con un risentimento sismico compreso tra III e IV grado della scala Mercalli.

Commenti FB
Articolo precedenteGli HIM annunciano il tour d’addio: la tappa italiana a Dicembre
Articolo successivoEsplosione in un appartamento nel comasco, un ferito
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.