In occasione della Pasqua, dai Missionari Cappuccini di Piazzale Cimitero Maggiore 5 a Milano tornano gli appuntamenti con il mercatino solidale a favore della popolazione italiana vittima del terremoto, dopo il successo dell’iniziativa nel periodo natalizio.
Per aiutare le aziende dei territori devastati dal sisma, ogni domenica, dal 5 marzo al 9 aprile – domenica delle Palme – dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 17:30, i cittadini sono invitati
nel convento dei Cappuccini per acquistare a prezzi vantaggiosi i prodotti tipici dei Comuni di Norcia, Spoleto e Castelluccio contribuendo alla ripresa economica della Valnerina.
Miele, biscotti, salami, lenticchie ed altre specialità marchigiane provenienti da quattro imprese familiari in crisi a causa della tragedia del sisma, attendono i visitatori desiderosi di portare in tavola prodotti sani e buoni e allo stesso tempo contribuire attivamente alla causa.
Per Natale, la vendita dei prodotti solidali è stata a dir poco un successo –racconta, il segretario delle Missioni Cappuccine padre Mauro Miselli -: i milanesi hanno accolto la nostra iniziativa con grande entusiasmo tanto che in meno di un mese siamo riusciti a mettere insieme un totale di 15mila euro. Quello che ci auguriamo ora – conclude- è di poter contare ancora sul buon cuore della nostra città per far fronte alle tante emergenze. Per dirne una le straordinarie nevicate e le nuove scosse dello scorso gennaio, per cui abbiamo risposto immediatamente al nuovo appello della Caritas di Rieti inviando subito coperte ed alimentari per quasi 50mila euro confidando ora nella generosa risposta dei nostri benefattori per la copertura dei costi.”
Il ricavato del mercatino sarà dedicato anche ad un altro importante progetto
: aiutare concretamente una famiglia di Arquata del Tronto a risollevarsi dalle tante traversie subite a causa del terremoto.

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.