“Regione Lombardia dimostra ancora una volta di dare seguito concretamente agli impegni assunti. Come avevamo annunciato con il presidente Maroni dal 1 febbraio riaprira’ il reparto di Pediatria e entro il 20 febbraio il Punto nascita dell’Ospedale Ondoli di Angera”. Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera, questa mattina, all’Ospedale Ondoli di Angera, davanti alle mamme che dallo scorso 6 dicembre hanno allestito un presidio all’interno della struttura per manifestare contro la chiusura dei due reparti.

L'assessore al Welfare Giulio Gallera con le mamme del comitato 'Per l'Ondoli'.
L’assessore al Welfare Giulio Gallera con le mamme del comitato ‘Per l’Ondoli’.
L’assessore accompagnato dai direttori Giovanni Daverio (DG Welfare Assessorato), Paola Lattuada (Ats Insubria), Callisto Bravi, (Asst Sette Laghi) ha precisato che la riapertura garantira’ la sicurezza del Punto Nascita, “condizione fondamentale – ha detto – questa e’ la cosa principale da sottolineare, che sara’ resa possibile grazie a una convenzione tra le ASST Valle Olona e Sette Laghi con la supervisione dell’Ats dell’Insubria, che consentira’ la mobilita’ di alcuni pediatri degli ospedali di Gallarate e Busto Arsizio eDel Ponte , per assicurare la copertura del servizio nel presidio di Angera”.
Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteAbbattutto ultimo diaframma della galleria Arcisate-Stabio
Articolo successivoA Milano riapre la bliblioteca Gallaretese di via Quarenghi
Luca Levati
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati