La nuova linea Alta Velocità/Alta Capacità Treviglio – Brescia è operativa e, da domani 11 dicembre, sarà aperta ai viaggi commerciali che in 36 minuti collegheranno la città della Leonessa a Milano. Oggi al viaggio inaugurale, a bordo di un Frecciarossa 1000, ha partecipato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, accompagnato dai vertici del Gruppo FS Italiane, la presidente Gioia Ghezzi e l’amministratore delegato e direttore generale Renato Mazzoncini. A bordo treno hanno viaggiato anche il governatore di Regione Lombardia, Roberto Maroni, il sindaco di Brescia, Emilio Del Bono, insieme ai vertici delle società operative del Gruppo FS Italiane, Claudia Cattani (presidente RFI), Maurizio Gentile (Ad RFI), Barbara Morgante (Ad Trenitalia) e Riccardo Maria Monti (presidente Italferr). Presenti inoltre l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia, Alessandro Sorte, il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, il presidente di Cepav Due Franco Lombardi, e i sindaci dei Comuni attraversati dalla linea AV/AC. La nuova linea AV/AC Brescia – Milano è un’ulteriore tappa nella realizzazione del collegamento ferroviario AV/AC Milano – Venezia e del Core Corridor TEN-T Mediterraneo, di cui è parte integrante, che collega la Penisola iberica fino al confine ucraino e che in Italia si estende da Torino a Trieste. L’investimento economico complessivo è di circa 2 miliardi di euro. Il completamento della linea Brescia – Milano, dal 2007 è già in esercizio la sezione Milano – Treviglio, riduce i tempi di viaggio fra la città della Leonessa e quella della Madonnina che scendono a 36 minuti dagli attuali 46 nella prima fase e a 30 al termine di tutti i lavori relativi alle interconnessioni. Inoltre, differenzia i flussi di traffico (alta velocità, media e lunga percorrenza, regionali/metropolitani e merci), garantendo una maggiore fluidità, migliori standard di regolarità e puntualità del traffico ferroviario e una migliore affidabilità dell’infrastruttura ferroviaria complessiva. Grazie all’attivazione dell’Alta Velocità tra Milano e Brescia cresce, con i treni Frecciarossa di Trenitalia, la possibilità di scelta anche nei viaggi da e per il Veneto, risparmiando circa 10 minuti sui tempi di viaggio sulla rotta Torino – Milano – Venezia. Inoltre, con l’orario invernale 2016/2017 di Trenitalia in vigore da domani 11 dicembre, Brescia avrà un collegamento Frecciarossa giornaliero e diretto con Roma e Napoli. Ulteriore beneficio della nuova linea AV/AC è la capacità raddoppiata di slot orari a disposizione delle imprese ferroviarie, oltre a evidenti vantaggi anche per le numerose imprese ferroviarie di trasporto merci per i collegamenti nazionali e internazionali e con i principali poli industriali del Paese. Le prossime fasi per completare il collegamento alta velocità fra Milano e Venezia sono il primo lotto Brescia – Verona, con l’inizio dei lavori programmato nella seconda metà del 2017. Mentre per il secondo ed ultimo lotto Verona – Padova, il primo tratto di linea Verona – Bivio Vicenza vedrà sempre nel 2017 l’avvio dei cantieri.

“Milano e Brescia da oggi sono ancora piu’ vicine. E numerosi saranno i benefici sia a livello
economico che turistico: grazie all’Alta Velocita’, infatti, la citta’ della Leonessa diventa lo snodo per il nord Europa”. Lo ha detto l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilita’,
Alessandro Sorte che, insieme al presidente Roberto Maroni e all’assessore allo Sviluppo economico Mauro Parolini, ha partecipato al viaggio inaugurale del Frecciarossa nella tratta
Treviglio-Brescia che prosegue quella gia’ attiva da Milano. Sorte, fra l’altro, ha anche
sottolineato come l’introduzione dei Frecciarossa sulla tratta faciliti gli spostamenti riducendo “a poco piu’ di 30 minuti la percorrenza fra le due citta’” incrementando, allo stesso tempo, “gli standard di regolarita’ e puntualita’”. Proprio perche’ la Regione guarda con un occhio di riguardo i pendolari che, tutti i giorni, usano il treno per gli spostamenti, Sorte ha ufficialmente ‘lanciato’ la ‘Dote trasporti’. “Abbiamo preso atto – ha detto – che Trenitalia ha deciso di introdurre due abbonamenti al costo di 165 e 205 euro. Una cifra che riteniamo troppo alta rispetto a quanto si paga oggi tramite l’integrazione fra il titolo ‘Io viaggio Ovunque in Lombardia’(107 euro) e la Carta Plus (30 euro). Per questo abbiamo
studiato e la presenteremo a breve la nostra ‘Dote’. “In questo modo – ha continuato Sorte – non appena il Consiglio regionale approvera’ il provvedimento legislativo, riusciremo a rimborsare fra i 20 e i 55 euro al mese a seconda dell’abbonamento scelto, riducendo
cosi’ a qualche euro la differenza fra vecchio e nuovo abbonamento”. “Sono convinto – ha concluso Sorte – che questo sia un ottimo modo per sostenere concretamente tutti coloro che, non potendo piu’ usare i Frecciabianca, opteranno per il nuovo servizio Frecciarossa che, grazie al nostro contributo, dunque, permettera’ di sfruttare un servizio sicuramente piu’ confortevole e puntuale a un prezzo praticamente invariato”. (Lnews)

img_0283 img_0285

 

Commenti FB