“Il Canton Ticino ha votato per bloccare l’ingresso a decine di migliaia di lavoratori lombardi (LAVORATORI, non immigrati clandestini) che ogni giorno
attraversano il confine per lavorare (regolarmente) in Svizzera.
L’esito del referendum e’ chiaro: il popolo sovrano si e’ espresso, viva la democrazia diretta. Accettiamo l’esito del referendum, naturalmente, ma vigileremo perche’ cio’ non si traduca in una lesione dei diritti dei nostri concittadini lombardi o (peggio) nella introduzione di discriminazioni o
violazioni delle norme che tutelano i nostri lavoratori. A partire da domani, dunque, la Regione Lombardia predisporra’ le adeguate contromisure per difendere i diritti dei nostri concittadini LAVORATORI”. Lo scrive sulla pagina Facebook il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, commentando
il recente voto referendario in Canton Ticino.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.