“Sinfonia BLACK SABBATH” in Teatro a Verona con Whitfield Crane degli UGLY KID JOE

2269

Il 29 Luglio 2016 Whitfield Crane, frontman degli UGLY KID JOE, ha in programma un evento del tutto speciale proprio in Italia, e che già dal titolo, ORCHESTRA OF DOOM presents Symphonic Sabbath, è tutto un programma!

Crane si unirà infatti eccezionalmente alla Machiavelli Orchestra, un ensemble di ben 32 elementi, per un concerto fuori dall’ordinario e unico nel suo genere, con repertorio incentrato unicamente sui classici di BLACK SABBATH e OZZY OSBOURNE… o quasi! Non mancheranno infatti per l’occasione una manciata di hit degli UGLY KID JOE e qualche brano tratto dal suo ultimo album uscito col monicker RICHARDS/CRANE.

Il concerto si terrà nella magica cornice del Teatro Ristori di Verona, una sala concerti prestigiosa e all’avanguardia che coniuga magnificamente il fascino della tradizione dell’Opera Italiana con le più moderne tecnologie.

Crane non sarà il solo ad unirsi all’Orchestra, ma verrà accompagnato da una band: Lee Richards (l’altra metà dei Richards/Crane, nonché chitarrista dei GODSMACK), il chitarrista e cantante australiano Tim McMillan e la giovane veronese Giuditta Cestari alla batteria, personalmente scelta da Crane!

Andrea Battistoni, direttore d’orchestra e rinomato compositore di fama internazionale, ha curato e arrangiato in prima persona tutte le varie parti orchestrali e il suo intento è molto preciso: riuscire a ricreare l’incontenibile energia del rock con gli strumenti classici! “La sfida è quindi aperta”, ha dichiarato, “provare per credere”.

orchestra-of-doom-2016

Perché però proprio i Black Sabbath?

Crane ricorda ancora con eccitazione quella volta in cui a fine anni ’90 si ritrovò a “dare una mano”, anzi nella fattispecie a “prestare la voce” ai Black Sabbath in qualità di cantante sostituto durante alcune importanti session di prove: “Era il 3, 4, e 5 Dicembre 1997… e chi se lo scorda? Ho jammato con i Black Sabbath a Birmingham, in Inghilterra, cazzo! La band doveva sostenere delle prove extra avendo in programma di registrare un disco dal vivo, con Thom Panunzio. Lo studio mobile era montato su di un enorme tir parcheggiato backstage al NEC, era gigantesco! Quella tra l’altro fu anche la prima serie di concerti di reunion della formazione originale, che allora includeva anche il grande batterista Bill Ward. Vi giuro che ebbi un’erezione perenne, quelli erano i veri Sabbath! Avevano bisogno di provare l’intero set ai soundcheck e gli serviva una voce guida: visto che Ozzy doveva risparmiarsi la voce per i concerti, mi mandarono un messaggio in albergo. E se i Black Sabbath hanno bisogno di te che fai, gli dici di no? Una jam di tre giorni con i Black Sabbath, con il set completo, un vero PA, un vero palco, con il microfono di Ozzy, ad un volume devastante e al NEC di Birmingham, la loro Birmigham… Secondo voi quanto ci ho messo ad essere già là? Non vedo l’ora di rivivere quelle emozioni e lo farò proprio in Italia. Anche suonare i Black Sabbath con una vera orchestra non è cosa che capita tutti i giorni, no?!”.

Whit è parecchio carico quindi, il che rende questo evento già eccezionale due volte imperdibile!

Una notte epica di rock e passione vi attende!

Tutte le info dettagliate sulla location, gli orari e le prevendite dei biglietti le trovate qui.

Gli Ugly Kid Joe hanno spopolato nel 1992 con il singolo “Everything About You” che all’epoca li lanciò in heavy rotation su MTV e in tutte le classifiche del mondo con un successo inaspettato di milioni di copie vendute, che però si bruciò altrettanto velocemente. A diversi anni dallo scioglimento si sono riuniti nel 2010: l’ultimo album “Uglier Than They Used Ta Be” è uscito ad Ottobre 2015 su Metalville/UKJ Records ed è prodotto da Dave Fortman, chitarrista degli UKJ e produttore tra gli altri di SLIPKNOT, GODSMACK ed EVANESCENCE. L’album contiene anche il brano “Under The Bottom” che vede la partecipazione di Phil Campbell dei MOTORHEAD alla chitarra, ospite anche della cover di “Ace Of Spades”. Whit non ha mai fatto mistero della sua grande passione per i Motorhead: spesso si esibisce sfoggiando t-shirts della band e nel 1994 collaborò con Lemmy (e il rapper Ice T) sul loro singolo di maggior successo degli anni 90, il classicone “Born To Raise Hell”, già inciso nel 1993 sull’album “Bastards” ma schizzato in classifica solo nella nuova versione come colonna sonora del cult movie “Airheads”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.