Da lunedì 15 febbraio in metropolitana si dovrà convalidare il biglietto o l’abbonamento anche al termine del viaggio: i tornelli di uscita, infatti, resteranno chiusi dall’inizio al termine del servizio. La loro chiusura ha comportato per l’Azienda uno sforzo eccezionale, soprattutto in termini di adeguamento tecnico ed informatico del sistema.
Anche se la normativa vigente non lo richiede, Atm ha voluto far installare in tutte le stazioni della metropolitana dei dispositivi locali di sblocco automatico dei tornelli, da attivare in casi di emergenza, che si aggiungono al sistema centrale di sblocco già esistente.
Resta possibile regolarizzare il viaggio alle casse automatiche che si trovano prima dei tornelli di uscita. Chi ha un documento di viaggio non valido (per esempio, se la tariffa è inferiore a quella necessaria, oppure se il limite di tempo è stato superato) può acquistare un biglietto di regolarizzazione, che vale esclusivamente per convalidare ai tornelli di uscita della metropolitana e non per proseguire il viaggio a bordo di altri mezzi.
USCITE ESCLUSE DAL PROVVEDIMENTO – Data la conformazione strutturale di alcune stazioni e la prossimità alle scale, non saranno interessati dal provvedimento i tornelli di alcune fermate. Su M1: Sesto FS, Sesto Rondò, Sesto Marelli, San Babila, Duomo (lato San Babila), Cadorna FN, Lotto, Molino Dorino e Bisceglie. Su M2: Cologno Nord, Gessate, Lambrate FS (lato Bottini), Centrale FS, Garibaldi FS, Cadorna FN e Porta Genova FS. Su M3: Centrale FS, Porta Romana e Rogoredo FS. I tornelli delle stazioni di M5, al contrario, saranno tutti chiusi anche in uscita.

Commenti FB
Articolo precedenteACE FREHLEY: nuovo disco di cover e reunion con PAUL STANLEY dei KISS
Articolo successivoCarnevale Ambrosiano tra musica, clown e maschere
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.