Tony Visconti, produttore discografico storico di Bowie, ha rilasciato una intervista a BBC ARTS nella quale racconta alcuni dettagli e svela particolari inediti della produzione del brano Heroes.
Per conservare nel tempo le registrazioni originali di brani datati vengono convertite le registrazioni dal nastro al più duraturo supporto digitale. Questo processo che solitamente ha uno scopo esclusivamente tecnico, ha permesso di ascoltare il brano strumento per strumento, rivelando suoni e atmosfere altrimenti inudibili.
L’intervista di Tony Visconti

Un processo simile era avvenuto tempo fa per Here Comes the Sun dei Beatles che, ascoltata a tracce separate, aveva rivelato un assolo di chitarra non utilizzato nel mix finale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.