Secondo i dati rilevati dalla rete di monitoraggio della Qualità dell’Aria di ARPA Lombardia, anche ieri le concentrazioni di PM10 a Milano – che si sono attestate tra 57 e 63 microgrammi per metrocubo- sono risultate superiori alla soglia di 50 microgrammi, portando a 33 i giorni di superamento consecutivi. Il picco massimo si è registrato nella stazione di Busto Arsizio con una concentrazione pari a 126 microgrammi. La situazione di superamento permane negli agglomerati di Milano, Bergamo e Brescia, con valori che nei capoluoghi hanno raggiunto rispettivamente 79 microgrammi a Monza, 72 a Como, 57 microgrammi a Bergamo e 55 a Brescia. Una condizione migliore, con valori sotto i limiti, si rileva invece man mano che ci si avvicina all’area alpina e prealpina, con 43 microgrammi a Lecco, 49 a Sondrio, 44 a Varese e nella bassa pianura con valori di 42 microgrammi a Cremona, 28 a Lodi, 42 a Mantova e 39 microgrammi a Pavia.
Intanto a Milano, dove da oggi è in vigore il blocco del traffico, dalle 10 alle 16, sono state 300 le violazioni riscontrate a fronte do 1.500 controlli eseguiti dalla Polizia Locale.

Commenti FB
Articolo precedenteSmog, da martedì 29 a Bergamo si circola a targhe alterne
Articolo successivoTreno veloce Genova-Milano, Maroni e Toti siglano lettera per Del Rio
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.