“Poche novità meteo fino a fine anno, ma dopo Capodanno pioggia e neve potrebbero finalmente tornare sull’Italia” – a dirlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – “se l’Inverno è stato totalmente assente per tutto Dicembre, con tempo secco e spesso anche mite, potrebbe invece cominciare a dire la sua sull’Italia proprio con il nuovo anno. Fino a San Silvestro pochi cambiamenti se non un calo delle temperature anche apprezzabile per venti più freddi dai Balcani, avanguardia di una poderosa irruzione di aria gelida che interesserà l’Europa orientale pilotata dalla formazione dell’anticiclone russo. Attenzione: non stiamo parlando dell’arrivo del gelo, che molto probabilmente rimarrà confinato ad Est, ma di temperature più in linea con le medie del periodo dopo i valori miti di questi giorni.”

“Per i primi di Gennaio si intravedono cambiamenti più significativi, tanto che spunta anche l’ipotesi neve al Nord” – prosegue Ferrara – “nello specifico tra il 2 ed il 3 Gennaio una perturbazione atlantica potrebbe finalmente raggiungere l’Italia portando le tanto attese piogge, ma anche deboli nevicate a quote molto basse se non in pianura al Nordovest, in particolare tra Piemonte, Ovest Lombardia ed Emilia occidentale; fiocchi bianchi potrebbero dunque interessare città come Cuneo, Torino, Piacenza e forse anche Milano.”

“Mancano però ancora molti giorni e questo ci induce alla massima cautela” – avverte l’esperto – “si tratta infatti ancora di una ipotesi, non di una previsione certa, e in quanto tale necessità di ulteriori conferme. Tuttavia ci sono buone possibilità che il tempo torni a farsi più dinamico e freddo con il nuovo anno, dopo oltre un mese di stasi anticiclonica”.

Commenti FB
Articolo precedenteScritte fasciste alla Cgil di Saronno
Articolo successivoSmog, da martedì 29 a Bergamo si circola a targhe alterne
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.