Aeroporto di Malpensa intitolato a Berlusconi, una proposta che divide

Dibattito aperto sulla proposta di Matteo Salvini di intitolare lo scalo milanese a Silvio Berlusconi. Favorevole il governatore lombardo Attilio Fontana, contrario il sindaco Sala. Intanto in rete girano due petizioni su change.org: una contro l'intitolazione a Berlusconi, l'altra per chiedere di dedicare Malpensa all'ambasciatore Luca Attanasio.

0
767

L’aeroporto di Malpensa dedicato a Silvio Berlusconi. La proposta del vicepremier Matteo Salvini, ministro dei trasporti, sta facendo molto discutere.  “Il cda dell’Enac ha approvato la richiesta di intitolare a Silvio Berlusconi l’aeroporto di Malpensa. E siccome l’ultima parola è del ministro dei Trasporti, penso proprio che il ministro dei Trasporti darà l’ok” ha detto Salvini.
Sulla proposta si era opposto invece il sindaco di Milano Beppe Sala, l’ultima volta il 17 giugno scorso, dopo che il Consiglio comunale aveva bocciato la mozione di Forza Italia che proponeva di intitolare un luogo pubblico all’ex premier. Sala, in particolare, ha sempre motivato la sua contrarietà con la regola dei dieci anni: il tempo che deve intercorrere tra la morte di un personaggio noto e l’intitolazione di un luogo pubblico. “Io difendo senz’altro la regola dei dieci anni – aveva ribadito Sala -. Per qualcuno, e non mi riferisco a Salvini ma in generale, le regole sono fatte per essere bypassate, per me le regole sono fatte per essere rispettate”.
Favorevole all’iniziativa è invece il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana. “Un giusto tributo”: così il governatore ha commentato la notizia del via libera, da parte del Cda dell’Enac. “Siamo certi che il vicepremier Matteo Salvini e il suo ministero – ha aggiunto – porteranno avanti questa proposta. Un riconoscimento che segue l’intitolazione a Silvio Berlusconi del Belvedere del 39° piano di Palazzo Lombardia, sede della giunta e luogo simbolo della nostra regione”.
Contrario Pierfrancesco Majorino, capogruppo del Pd in Consiglio regionale. “Quella di intitolare l’aeroporto di Malpensa a Silvio Berlusconi mi pare una scelta davvero inopportuna. L’ex premier è stato un uomo divisivo e una persona con una storia molto ambigua, in cui molti lombardi e molti italiani non si riconoscono”.
“Intitolare l’aeroporto di Malpensa a Silvio Berlusconi è il segno del totale decadimento delle nostre istituzioni”. Così in una nota il capogruppo del M5s Lombardia Nicola Di Marco. “Non è nemmeno una sorpresa questa decisione, già in Consiglio regionale ci eravamo schierati contro queste proposte di beatificazione di Berlusconi – aggiunge -. In Italia siamo passati dall’intitolare aeroporti a Falcone e Borsellino a Berlusconi, da chi combatteva la mafia a chi per anni ha imbarazzato l’Italia nel mondo. E ora vogliono che il mondo ci rida dietro atterrando nel nostro Paese”.
Intanto in rete sta girando due petizioni sulla piattaforma change.org: una per dire “No alla proposta del Governo di intitolare l’ aeroporto di Malpensa a Silvio Berlusconi”. L’altra per chiedere che lo scalo di Malpensa sia intitolato a Luca Attanasio, l’ambasciatore italiano ucciso in Congo, invece che a Silvio Berlusconi. “Dovremmo onorare il sacrificio dell’Ambasciatore Attanasio ricordando il suo nome in modo appropriato intitolandogli l’aeroporto di Milano Malpensa – si legge nella presentazione della petizione –
Al contrario, dedicare l’aeroporto a Silvio Berlusconi è una decisione quantomeno divisiva. Nonostante sia stato un personaggio chiave nella politica italiana per decenni, in molti ritengono che le sue azioni siano talvolta state poco limpide, tanto da creargli problemi giudiziari e condanne”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.