“Windblow. La poesia della Terra” arriva allo Spazio Teatro No’hma

Lo spettacolo sarà in scena mercoledì 3 e giovedì 4 aprile. Scritto e diretto da Ivana Ferri, direttrice di TangramTeatro Torino, sarà un viaggio tra musica, canzoni e poesia dove uomini, piante e animali si incontrano.

30

La stagione di prosa 2023/2024 dello Spazio Teatro No’hma prosegue mercoledì 3 e
giovedì 4 aprile con lo spettacolo “Windblow. La poesia della Terra.” Scritto e diretto da Ivana Ferri, direttrice di TangramTeatro Torino, è un viaggio tra musica, canzoni e poesia dove uomini, piante e animali si incontrano. Lo spettacolo indaga la relazione tra uomo e natura. “Siamo partiti dal concetto di One Health, che lega la salute dell’uomo a quella delle piante e degli animali, per costruire uno spettacolo che ci parla di rispetto” – spiega Ivana Ferri. Lo spettatore viene condotto in un viaggio al confine tra scienza e poesia e tra musica e parole dove l’uomo e la natura arrivano a confondersi. L’idea è di delineare una sorta di ‘manutenzione degli affetti’ in grado di riportarci al punto originale in cui uomo, piante e animali si incontrano e diventano un corpo unico che cresce, respira e procede in un’unica direzione”. “Da sempre le tematiche legate all’ambiente e alla natura sono al centro delle stagioni proposte dallo Spazio Teatro No’hma – spiega Livia Pomodoro, Presidente dello Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro. “Windblow ci parla della natura in modo originale, non scontato e soprattutto poetico. E’ un’immersione nel significato più profondo di cosa vuol dire il rispetto per l’ambiente che ci circonda e per la relazione tra uomo e ambiente”. In “WindBlow. La poesia della Terra” sono le parole e la musica di Mariangela Gualtieri, Lucio Dalla, Roberto Vecchioni, Neil Young, Ivano Fossati, Giuliano Scabia a parlarci di amore, rispetto, capacità di osservazione e di ascolto. Prosa e musica diventano così un canto unico. Celeste Gugliandolo, Bruno Maria Ferraro, Massimo Germini e Patrizia Pozzi sono i protagonisti di questo cammino musicale e letterario accompagnati dalla chitarra di Massimo Germini storico collaboratore di Roberto Vecchioni. Le date di mercoledì 3 e giovedì 4 aprile saranno trasmesse in streaming sui canali del teatro. L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria. Per informazioni consultare il sito www.nohma.org o scrivere a nohma@nohma.it.

Print Friendly, PDF & Email