Corruzione, arrestato un vigile del fuoco

Operazione dei carabinieri della compagnia di Desio (Mb). Coinvolti in vigile del fuoco del comando di Monza e altre tre persone. Le accuse sono di peculato, corruzione aggravata per un atto contrario ai doveri d'ufficio, frode nelle pubbliche forniture, riciclaggio e truffa.

38

Un vigile del fuoco e altre tre persone sono state arrestate dai carabinieri della compagnia di Desio (Mb) tra le province di Monza e Brescia, a seguito di quattro misure cautelari emesse dal Gip di Monza, con accuse a vario titolo per induzione indebita a dare o promettere utilità, peculato, corruzione aggravata per un atto contrario ai doveri d’ufficio, frode nelle pubbliche forniture, riciclaggio e truffa, commessi dal luglio 2021 al marzo 2023.
Secondo le indagini, il vigile del fuoco, fino a ieri in servizio presso il Comando Provinciale di Monza e della Brianza, “abusando del proprio ruolo e delle proprie mansioni, risulta aver lucrato indebitamente su commesse inerenti all’acquisizione di beni e servizi per conto del Corpo di appartenenza”, percependo “compensi per agevolare fornitori compiacenti”. Due di questi ultimi sono stati arrestati oggi e si trovano ai domiciliari assieme alla moglie del vigile del Fuoco, accusata del riciclaggio dei proventi corruttivi percepiti dal coniuge, nella consapevolezza della loro provenienza delittuosa.

Print Friendly, PDF & Email